Remade Italy

HOME

Gli impatti ambientali delle industrie dell’abbigliamento e delle calzature

 

E’ stato pubblicato il report “Measuring Fashion: Insights from the Environmental Impact of the Global Apparel and Footwear Industries study” realizzato da Quantis&ClimateWorks.
Questo interessante studio, per la prima volta, analizza gli impatti ambientali delle industrie di abbigliamento e calzature a livello globale, considerando le 7 fasi del ciclo di vita: dalla produzione delle fibre al fine vita dei prodotti. Gli impatti ambientali sono stati divisi in: cambiamento climatico, risorse, acqua, qualità degli ecosistemi e salute umana.
I dati ottenuti, possono essere usati da imprese e grandi marchi della moda, come parametro utile a stabilire obbittivi ralmente sostenibli e implementare azioni efficaci e significative.

Alcuni dati salienti del rapporto:

Nel suo insieme il settore « apparel and footwear »produce l’8% delle emissioni mondiali di gas a effetto serra, all’incirca l’equivalente delle emissioni dell’Europa.

  Il settore dell’abbigliamento rappresenta 6.7% delle emissioni mondiali di gas serra. Oltre il 50% di queste emissioni provenienti da 3 fasi del ciclo di vita: la produzione delle fibre (15%), la filatura (12%) e, la fase più impattante, la tintura e il finissaggio (36%).

Considerando uno scenario business-as-usual, l’impatto climatico del settore dell’abbigliamento aumenterà del 49%, raggiungendo l’equivalente attuale delle emissioni annuali degli Stati Uniti.

Sono state indivisuate 3 leve per il cambiamento : il ripensare l’energia, la riduzione dirompente e il design per il futuro.

Per maggiori informazioni si invita a consultare il report.

IN EVIDENZA

unicircular

Workshop Fise Unicircular | 21 giugno, 2018 |   Le misure per lo sviluppo dei mercati del riciclo previste dalla nuova direttiva rifiuti ed economia circolare. Un pomeriggio di lavoro con relazioni di esperti e interventi tecnici per inquadrare i principali […]

» Leggi di più

“L’Economia circolare nelle politiche pubbliche. Il ruolo della certificazione” Lo Studio dell’Osservatorio ACCREDIA contiene un censimento di tutte le certificazioni citate nei CAM con focus sui CAM dedicati all’Arredo e all’Edilizia: l’analisi si spinge fino a specificare, oltre ai riferimenti e […]

» Leggi di più

  Sono 20 i nuovi Auditor abilitati per il rilascio della certificazione ReMade in Italy Sempre più numerose le Aziende che si intendono qualificare per il Green Public procurement e la Circular Economy. Per questo, ReMade in Italy ha formato […]

» Leggi di più