Remade Italy

HOME

Nuovo Codice appalti

Il nuovo “Codice appalti”, Dlgs. 18 aprile 2016, n. 50, in vigore dal 19 aprile 2016, prevede l’obbligo per le PA di inserire i criteri ambientali minimi (CAM) emanati dal Ministero dell’Ambiente, relativi alle diverse categorie di prodotti e di servizi, introducendo quindi nel nostro ordinamento l’obbligo di attuare il Green public Procurement (GPP).

Il testo prevede l’aggiudicazione secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, sulla base di valutazioni legate al costo del ciclo di vita del prodotto o del servizio, nel quale dovranno quindi essere considerate le diverse fasi di produzione, utilizzo e riciclo dello stesso, garantendo la sostenibilità ambientale ed energetica.

Il nuovo Codice Appalti, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 19 aprile 2016, n. 91 So 10) recepisce le direttive 2015/23/Ue, 2015/24/Ue, 2015/25/Ue e sostituisce il Dlgs. 12 aprile 2006, n. 163.

Inoltre, in coerenza con le norme comunitarie in materia, riconosce un grande valore alle certificazioni ambientali di prodotto.

Per approfondimenti.

 

IN EVIDENZA

  Torna il Forum CompraVerde BuyGreen! Due giornate di Stati Generali degli Acquisti Verdi per discutere le novità legislative, le best practices nazionali e internazionali, le opportunità in materia di acquisti verdi con convegni, workshop, sessioni formative, scambi one to […]

» Leggi di più

“L’Economia circolare nelle politiche pubbliche. Il ruolo della certificazione” Lo Studio dell’Osservatorio ACCREDIA contiene un censimento di tutte le certificazioni citate nei CAM con focus sui CAM dedicati all’Arredo e all’Edilizia: l’analisi si spinge fino a specificare, oltre ai riferimenti e […]

» Leggi di più

  Sono 20 i nuovi Auditor abilitati per il rilascio della certificazione ReMade in Italy Sempre più numerose le Aziende che si intendono qualificare per il Green Public procurement e la Circular Economy. Per questo, ReMade in Italy ha formato […]

» Leggi di più