Il PNRR e gli Appalti verdi

"Recovery Procurement Platform", ossia la digitalizzazione e il rafforzamento della capacità amministrativa delle amministrazioni aggiudicatrici.Questa una delle novità del Piano nazionale di ripresa e resilienza, presentato dall’Italia all’Unione europea, in materia di appalti pubblici. La riforma mira alla modernizzazione del sistema nazionale degli appalti pubblici e consiste fondamentalmente in tre diverse azioni. Con il primo intervento, si definiscono azioni di formazione e supporto, attraverso un intenso programma di informazione, formazione e tutoraggio svolto da personale specializzato nella gestione delle procedure di acquisto, in modalità digitale e nell'utilizzo di strumenti avanzati di acquisto e negoziazione. In particolare, le attività previste sono, fra le altre:  Sessioni di formazione a diversi livelli (base, intermedio e avanzato) sia su temi trasversali (es. uso del modulo Gare Digitalizzate…

Continua a leggere Il PNRR e gli Appalti verdi

Il PNRR e gli obiettivi di riciclo (meccanico e chimico)

Il 5 maggio 2021 il Governo ha pubblicato il testo finale del Piano nazionale di ripresa e resilienza trasmesso alla Commissione europea.Nel PNRR il pilastro della transizione verde prende i natali dall’European Green Deal e dal doppio obiettivo dell’Ue di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. Photo by Vlad Hilitanu on Unsplash Il regolamento del Next GenerationEu prevede poi che un minimo del 37% della spesa per investimenti e riforme programmata nei PNRR debba sostenere gli obiettivi climatici. Inoltre, tutti gli investimenti e le riforme previste da tali piani devono rispettare il principio del "non arrecare danni significativi" all’ambiente.  La Missione 2 del PNRR italiano, intitolata “Rivoluzione Verde e Transizione ecologica”, consiste di 4 componenti:  C1. Economia circolare e…

Continua a leggere Il PNRR e gli obiettivi di riciclo (meccanico e chimico)

CAM Servizio di Sanificazione e ReMade in Italy

Il Dm 29 gennaio 2021 ha reso obbligatori negli appalti pubblici i Criteri ambientali minimi (CAM) per l’affidamento del servizio di pulizia e sanificazione di edifici e ambienti ad uso civile e sanitario e per i prodotti detergenti.

Continua a leggere CAM Servizio di Sanificazione e ReMade in Italy

CAM Calzature e ReMade in Italy

La filiera delle calzature prevede processi sia a monte (concia), sia in fase di lavorazione finale (assemblaggio calzature), che possono risultare significativamente impattanti per l’ambiente. Con il Dm 17 maggio 2018 (Gu 31 maggio 2018) il Ministero dell’Ambiente ha emanato i criteri ambientali minimi per la fornitura di calzature da lavoro non DPI e DPI, articoli e accessori di pelle, ampliando la lunga lista di Cam in vigore e da applicarsi nelle gare indette dalla Pubblica amministrazione.   I criteri ambientali in questione sono da riferirsi sia ai pellami che a tutti gli altri materiali qualora siano presenti nelle calzature/articoli/accessori in percentuale superiore al 20% (peso/peso), fatta salva diversa indicazione per specifici requisiti tecnici. Sono quindi premiate con un punteggio…

Continua a leggere CAM Calzature e ReMade in Italy