Remade Italy

HOME

Carbon Foot Printing. Il Ministro Clini: “un potente driver di competitività sostenibile”.

Ambiente e impresa insieme per vincere la sfida della competitività sostenibile. È il Carbon Foot Printing, il programma che il Ministero dell’Ambiente ha promosso in collaborazione con le eccellenze italiane ed internazionali dei diversi settori produttivi (grande distribuzione, industria, agro-alimentare, turismo, tessile, infrastrutture). È in questa direzione che Remade in Italy, il primo marchio per la certificazione di prodotti e materiali derivanti dal riciclo e dal riuso, realizzati in Italia, ha orientato da tempo la propria attenzione evidenziando le mancate emissioni di CO2 e il risparmio energetico derivante dall’uso di materiali riciclati sull’etichetta dei prodotti certificati.

Per saperne di più…

IN EVIDENZA

Nuovo accreditamento ReMade in Italy: Bureau Veritas, leader mondiale nella gestione della Qualità, della Salute, della Sicurezza, dell’Ambiente e della Responsabilità Sociale (QHSE-SA), con una rete di 1400 uffici e laboratori in più di 140 Paesi e 400.000 Clienti in diversi […]

» Leggi di più

ReMade in Italy partecipa come Stekeholder di Regione Lombardia, capofila del Progetto “CircE – European Regions Towards Circular Economy” (nell’ambito del Programma Interreg Europe), in quanto soggetto aggregatore di esperienze virtuose di Circular economy in Italia. DI COSA PARLA IL PROGETTO Il […]

» Leggi di più

Il MATTM (Direzione Generale per il clima e l’energia, Certificazione Ambientale e GPP) sta elaborando il Piano d’azione nazionale sulla produzione e il consumo sostenibili (PAN SCP) che mira a dare attuazione a indirizzi e a politiche nazionali sull’economia circolare, […]

» Leggi di più