Carbon Foot Printing. Il Ministro Clini: “un potente driver di competitività sostenibile”.

Ambiente e impresa insieme per vincere la sfida della competitività sostenibile. È il Carbon Foot Printing, il programma che il Ministero dell’Ambiente ha promosso in collaborazione con le eccellenze italiane ed internazionali dei diversi settori produttivi (grande distribuzione, industria, agro-alimentare, turismo, tessile, infrastrutture). È in questa direzione che Remade in Italy, il primo marchio per la certificazione di prodotti e materiali derivanti dal riciclo e dal riuso, realizzati in Italia, ha orientato da tempo la propria attenzione evidenziando le mancate emissioni di CO2 e il risparmio energetico derivante dall’uso di materiali riciclati sull’etichetta dei prodotti certificati.

Per saperne di più…

IN EVIDENZA

Adriatica Asfalti, certificata ReMade in Italy, produce direttamente conglomerati bituminosi a caldo modificati della “nuova generazione” superiori ai conglomerati tradizionali, poichè permettono di realizzare pavimentazioni […]

» Leggi di più

EcoAllene® è il primo materiale proveniente al 100% dal riciclo della parte interna poliaccoppiata (plastica e alluminio) degli imballaggi alimentari, la cui composizione è legata alle […]

» Leggi di più

AMSA e A2A gestiscono il ciclo integrato dei rifiuti, la pulizia delle strade e altri servizi essenziali per l’ambiente, l’igiene e il decoro della città. […]

» Leggi di più

G MIX (Azienda Romiplast) è una materia plastica prima-secondaria costituita da granulato di polimeri provenienti dal riciclo di materie plastiche non pericolose post-consumo, designata R-PMIX-CEM-BTM […]

» Leggi di più