LA CERTIFICAZIONE SUL CONTENUTO DI RICICLATO

Tassa sulla plastica. Esclusione per il contenuto di riciclato certificato ReMade in Italy

La Legge di Bilancio 2020 (Legge 27 dicembre 2019, n. 160), all’Articolo 1, commi da 634 a 658, prevede un’imposta sul consumo dei manufatti con singolo impiego (“Macsi”), che hanno o sono destinati ad avere funzione di contenimento, protezione, manipolazione o consegna di merci o di prodotti alimentari, realizzati anche parzialmente, in plastica. L’imposta è fissata nella misura di 0,45 euro per chilogrammo di materia plastica e sorge al momento della produzione, dell’importazione definitiva nel territorio nazionale ovvero dell’introduzione nel medesimo territorio da altri Paesi dell’Unione europea e diviene esigibile all’atto dell’immissione in consumo dei Macsi nel territorio nazionale.

Soggetto obbligato è il fabbricante, l’acquirente (il soggetto che acquista i Macsi nell’esercizio dell’attività economica, per i Macsi provenienti da altri Paesi Ue oppure il cedente se i Macsi sono acquistati dal consumatore privato) e l’importatore.

Non è considerato fabbricante il soggetto che produce Macsi utilizzando, come materia prima o semilavorati, altri Macsi sui quali l’imposta sia dovuta da un altro soggetto, senza l’aggiunta di ulteriori materie plastiche.

L’obbligo scatta a maggio 2020 (termine entro il quale l’Agenzia delle Dogane dovrà emanare le disposizioni attuative).
Sono previste importanti sanzioni (sanzione amministrativa dal doppio al decuplo dell’imposta evasa, non inferiore comunque a euro 500).

L’imposta non è dovuta sulla materia plastica contenuta nei Macsi che provenga da processi di riciclo.

ReMade in Italy è strumento idoneo alla certificazione del quantitativo di plastica riciclata presente nei Macsi.

Cosa aspetti? Contattaci per ogni informazione utile e per avviare il processo di certificazione, al fine di esonerare i tuoi prodotti dall’imposizione tributaria.
info@remadeinitaly.it

Chiudi il menu