LA CERTIFICAZIONE SUL CONTENUTO DI RICICLATO

Verso un mercato interno europeo per le plastiche secondarie

Strategia europea sulla plastica. L'obiettivo è stimolare la richiesta di plastica secondaria da riciclo nel mercato europeo, considerando che attualmente meno del 30% dei rifiuti plastici raccolti si avvia a diventare nuovi prodotti. Su questo presupposto, e nel contesto fortemente condizionato dal bando del governo cinese alle importazioni di rifiuti plastici dal gennaio di questo anno, l'Europarlamento ha dato il via libera (a larghissima maggioranza) alla Strategia europea sulla plastica nell'economia circolare presentata lo scorso gennaio dalla Commissione nell’ambito del piano d’azione per la transizione verso un’economia circolare. Nel documento i deputati chiedono la creazione di un vero e proprio mercato unico per le plastiche riciclate, nel quale vengano fissati standard sulla qualità, per creare fiducia e rafforzare il la richiesta, tenendo conto dei…

Continua a leggere

Festivalfuturo | Ri-Generazioni, l'era dell'economia circolare

Dal 28 al 30 settembre a Milano si è svolto a Milano il Festivalfuturo. Sono stati tre giorni di eventi, dibattiti e percorsi interattivi per capire insieme le potenzialità dell'economia circolare e della sostenibilità. Quest'anno Altroconsumo, organizzatore dell'evento, ha scelto come tema "Ri-Generazioni, l'era dell'economia circolare", con un focus su innovazione, sostenibilità ed economia circolare. "Circoli virtuosi, come la circolarità salverà l'economia"     Nella foto un momento di dibattito che ha visto la partecipazione di Simona Faccioli direttore di ReMade in Italy, Alessandro Sessa direttore della rivista Altroconsumo , Raffaele Cattaneo di Regione Lombardia e  Fabio Iraldo professore Università Sant'Anna.      

Continua a leggere

CAM Calzature, borse e articoli in pelle – Nuovo!

Criteri ambientali minimi per forniture di calzature da lavoro non DPI e DPI, articoli e accessori in pelle (Dm. MinAmbiente 17 maggio 2018)   Il Ministero dell'Ambiente emana i nuovi criteri ambientali minimi che si applicano alle gare pubbliche per l'acquisto di forniture relative a: - Calzature non DPI (CPV 19300000-9) (senza marcatura Ce); - Calzature DPI di categoria “O” (CPV 18830000-6): calzature da lavoro senza puntale di protezione; - Calzature DPI di protezione di categoria “P” (CPV 18830000-6): calzature di protezione, conpuntale di protezione mediamente resistente (la metà della categoria S); - Calzature DPI di sicurezza di categoria “S” (CPV 18830000-6) calzature di sicurezza,  con puntale di protezione particolarmente resistente; - Borse, zaini, valigie e articoli in pelle (CPV…

Continua a leggere

Monitoraggio gare GPP

Il TAR Toscana censura l'autodichiarazione Il Tribunale amministrativo ha annullato l'aggiudicazione di una gara del Comune di Firenze a favore di un'impresa che nell'offerta non ha dimostrato di applicare i criteri ambientali minimi contenuti nel CAM Illuminazione (emanato con Dm. Ministero Ambiente 27 dicembre 2017, in GU n. 98 del 28 aprile 2018). Ad essere viziata non è la gara, per la fornitura di prodotti per illuminazione pubblica, conforme all'articolo 34 del Dlgs. 50/2016, quanto la condotta della Stazione appaltante, la quale non ha ravvisato a carico dell'offerta il mancato rispetto delle caratteristiche tecniche prescritte dal decreto ministeriale sui CAM, basando la propria determinazione sull'autocertificazione prodotta. Nello specifico, la Corte (con la sentenza n. 645 del 14 maggio 2018) rileva che…

Continua a leggere

Gli appalti verdi in Lombardia – prossimi passi per condividere un percorso comune di sostenibilità nel pieno rispetto delle regole

GPP INFODAY - 27 giugno 2018 - “Gli appalti verdi in Lombardia – prossimi passi per condividere un percorso comune di sostenibilità nel pieno rispetto delle regole”: questo il titolo dell’Infoday per Enti Pubblici e Imprese organizzato dalla Regione Lombardia. La Pubblica Amministrazione sta procedendo a passo spedito verso una notevole valorizzazione dei cosiddetti “acquisti verdi". Al fine di contribuire ad aumentare la consapevolezza all'interno delle stazioni appaltanti che l'applicazione dei criteri ambientali negli appalti pubblici è non solo un obbligo di legge al quale bisogna adempiere, ma rappresenta soprattutto un importante strumento di valorizzazione del territorio e di crescita della nostra green economy, Regione Lombardia - grazie alla partecipazione al progetto europeo Interreg GPP4GROWTH ed in collaborazione con Unioncamere…

Continua a leggere

Protocollo di intesa fra UNICIRCULAR e ReMade in Italy

Il 21 giugno 2018 si è svolto a Roma il Workshop "Il mercado delle MPS nella Circular Economy". In occasione dell'incontro è stato sottoscritto il protocollo di intesa fra UNICIRCULAR e ReMade in Italy con cui le due Associazioni si impegnano a facilitare la diffusione della certificazione dei prodotti della Circular Economy e del GPP.  

Continua a leggere

Piattaforma Italiana per l’Economia Circolare

ICESP: Una piattaforma di convergenza e confronto delle varie iniziative in corso in Italia per rappresentare in Europa, in maniera coordinata e coerente, “The Italian way for circular economy La piattaforma è promossa da ENEA per raccogliere e diffondere in Europa le buone pratiche italiane nel campo dell’economia circolare. Il progetto nasce a seguito della nomina di ENEA a rappresentante del mondo della ricerca dal Gruppo di Coordinamento di ECESP. ECESP: E' la piattaforma "madre" di ICESP, promossa dalla Commissione Europea a supporto delle strategie per il Piano di azione sull’Economia Circolare. Al fine di favorire una maggiore armonizzazione e integrazione tra i progetti, le azioni e le iniziative in essere sull’economia circolare in Italia, ICESP persegue in prima istanza…

Continua a leggere

L'Economia è Circolare!

Il "Pacchetto Economia circolare", approvato dalla Sessione Plenaria del Parlamento europeo del 18 aprile 2018, e approvato in via definitiva dal Consiglio europeo il 22 maggio 2018, contiene un fondamentale cambio di paradigma: dalla gestione dei rifiuti si passa alla gestione dei materiali. L'approvazione innesca una serie di reazioni a catena, che condurranno al recepimento delle nuove misure da parte degli Stati europei, tra cui l'Italia (il "Pacchetto" contiene modifiche delle direttive europee su rifiuti, imballaggi, discariche, veicoli fuori uso, pile e Raee e il recepimento significa che l'Italia dovrà modificare coerentemente le norme interne che disciplinano le materie: Codice ambientale, Dlgs. 152/2006 e le altre norme di settore). Si legge nelle Premesse del documento: "La gestione dei rifiuti nell'Unione dovrebbe essere migliorata…

Continua a leggere

FORUM PA | L’economia circolare

FORUM PA | 24 maggio, 2018 | Si è svolto a Roma il Forum PA 2018. Si è discusso di come progredire verso un’economia circolare, che costituisce uno dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030, lanciati dall’ONU nel 2015. Meno consumo e più riciclo è una delle principali sfide del futuro, inclusa nell’obiettivo 12 - Consumo e produzione responsabili. L'economia circolare, promossa dalle Nazioni Unite e dall'Unione europea, segna il passaggio da un modello lineare di produzione a un modello circolare e consiste nell'assunzione di tre semplici assiomi: riciclare (scarti non riutilizzabili), ridurre (sprechi di materie prime) riutilizzare (estendendo il ciclo di vita dei prodotti). L’impiego degli scarti dei consumi, il riutilizzo delle materie prime, l'allungamento del ciclo di vita…

Continua a leggere

L’innovazione tecnologica e manufatti conformi ai CAM

Workshop | 16 maggio 2018 Anpar ha organizzato un seminario dal titolo "L’innovazione tecnologica e manufatti conformi ai CAM" che si è svolto il 16 maggio 2018 in occasione della manifestazione "Farew i conti con l'ambiente". Evento nazionale sui rifiuti, acqua, energia e sviluppo sostenibile.      

Continua a leggere
Chiudi il menu